Perchè rootare un telefono Android?

!ATTENZIONE, GEEKBERRY E IL SUO STAFF NON SI ASSUMONO ALCUNA RESPONSABILITÀ RIGUARDO QUALUNQUE DANNO ARRECATO AI DISPOSITIVO DURANTE QUALSIASI TENTATIVO DI ROOT. QUESTA NON È UNA GUIDA SU COME EFFETTUARE UN ROOT SUL TELEFONO!

Nel 2017 è ricorrente discutere di telefonia, visto che, da quando abbiamo assistito all’avvento degli smartphone economici e facili da usare, questo argomento è diventato un topic comune e accessibile a tutti, e non solo un mondo per smanettoni e geek di prima classe. Parlando di telefoni con i miei amici però capita spesso di pensare : “quanti dei famosissimi estimatori della libertà che Android fornisce ai noi utenti, sa che cos’è e come funzionano i permessi di root?

Come pensavo, non troppi.

Ed è anche un bene, visto che altrimenti noi “Super Users” ci sentiremmo meno Super di quanto pensiamo ora, essendo una categoria “di nicchia”. Ma siccome qualcuno disse “Be who you needed when you were younger” (Sii  colui di cui avresti avuto bisogno quando eri inesperto/giovane), e  ai tempi del mio primo root NON esistevano articoli in italiano che aiutassero a capire i vantaggi di un root, oggi sono qui per elencarvi  10 punti che vi permettano di abbracciare il mondo dei permessi di root.

1.  # SUPER SU 

La famosissima iconcina con l’asterisco è un elemento caratteristico di ogni utente con i permessi di root, o così detto, Super User. Super Su, infatti, ci permette di gestire in modo sicuro il nostro telefono, visto che si presenta come un “Manager avanzato di accesso ai diritti da Super User per le applicazioni che richiedono un telefono con il permesso di root”. Questo tool è gratuito e permette una gestione assoluta sui permessi che decidiamo di dare all’applicazione. Vale anche la pena di comprare il pacchetto che per pochi euro ci garantisce nuove funzioni ed elimina quella “fastidiosa” scritta FREE vicino al nome dell’applicazione.

#Supersu

 

2. GREENIFY E AMPLIFY

La vostra batteria dura poco e siete costretti a portare con voi uno zaino apposito per le vostre powerbank? E se vi dicessi che si può migliorare la vita della batteria soltanto installando due applicazioni? Greenify e Amplify sono due applicazioni che ho inserito nella mia lista dei “must have” che hanno più o meno lo stesso scopo, anche se hanno due funzioni differenti. Greenify iberna le applicazioni, sia a comando tramite dei comodi shortcut che possono essere posizionati nella homepage, sia automaticamente dopo che lo schermo del dispositivo è stato spento per un lasso di tempo, facendo in modo che la batteria del telefono non venga consumata da applicazioni che girano silenziosamente in background mentre lo schermo non è acceso. Amplify, invece, “vi permette di gestire l’utilizzo della batteria mediante il controllo di quanto spesso il vostro dispositivo si può risvegliare, e per quanto tempo può restare sveglio”. Questo ci permette quindi di risparmiare molta batteria e di poter utilizzare al meglio il telefono nel momento in cui ci serve.

Logo di Greenify

 

3. XPOSED MODULES

Ho già elencato, in questo articolo, due Ex-Moduli di exposed, ovvero Greenify e Amplify, che sono diventati App indipendenti da questo servizio. Xposed, infatti, ci permette di installare dei “Moduli”, ovvero delle pseudo applicazioni, che funzionano solo sotto il controllo. Tra questi moduli troviamo, ad esempio, Gravity Box, un tool che ci permette di personalizzare in maniera maniacale, l’aspetto e le funzionalità del nostro dispositivo. Insomma, un tool che non può mancare a nessuno Super User. Tuttavia funziona solo se sul vostro dispositivo è presente una versione di Android come Marshmallow o inferiore, visto che questa applicazione non ha ancora ricevuto il suo supporto per Android Nougat.

Xposed

 

4. TWRP APP

Fino a qualche tempo fa installare una custom recovery completa, come la TWRP, poteva essere un problema, ma sopratutto una scocciatura. La CR doveva essere aggiornata manualmente, flashandola dal computer. Ora però, per gli utenti con permessi di root, è possibile installare la TWRP APP, che ci permette di flashare l’ultima versione di questa custom recovery semplicemente cliccando pochissime volte e aspettando pochi minuti.

TWRP manager

5.TITANIUM BACKUP

Semplicemente la migliore applicazione di backup esistente per qualsiasi dispositivo sul mercato. Quest’applicazione ci permette di saltare il backup “dozzinale” proposto da Android, facendo in modo che l’utente possa fare un backup specifico per ogni applicazione. Molto comoda da usare : sono disponibili due versioni, una FREE e una PRO, acquisibile per pochissimi euro, e che sinceramente vale la pena comprare, anche soltanto per garantire lo sviluppo dell’applicazione supportando gli sviluppatori.

Titanium Backup

6. F-DROID

Il migliore market alternativo per applicazioni Android, che non contiene tuttavia le solite applicazioni che si possono trovare anche sul Play Store, perché dispone invece della gran parte delle applicazioni che richiedono lo sbloccamento dei permessi di root.

F-Droid Logo

 

7. I KERNEL  

I normali utenti devono accontentarsi del kernel preinstallato dal costruttore, che offre un controllo del proprio dispositivo minimo, se non del tutto nullo. I permessi di root vengono incontro a queste esigenze, permettendoci di flashare dei kernel di terze parti, che ci permettono di personalizzare qualsiasi cosa. Esempi sono il numero di core da usare durante specifiche situazioni, la frequenza dei core, la calibrazione dello schermo, le Gestures, come il famosissimo DoubleTap2Wake. C’è da sottolineare, però, che, una volta installato un kernel, abbiamo bisogno anche di un manager per il kernel, ed alcuni sono a pagamento. Nonostante ciò i costi sono davvero contenuti e del tutto giustificati per applicazioni essenziali come EX KERNEL MANAGER.

Kernel Android

8. LE MOD

Le nostre care e amate mod non si possono applicare soltanto ai videogiochi o ai computer, ma anche ai telefoni. Quando si parla di mod, si parla di file .zip che possono essere flashati per aggiungere qualcosa al software, come ad esempio la mod che risolve il problema degli Speaker Stereo  sul Nexus 5x, non sono disponibili di default.

Le Mod

9. XDA DEVELOPERS

Semplicemente il punto di riferimento per gli utenti Android con permessi di root installati. Una community sempre pronta ad aiutare i nuovi arrivati e che sforna costantemente nuovi contenuti, tra cui mod, applicazioni e guide per ogni dispositivo Android.

XDA

10. LA SODDISFAZIONE

Per molti, rootare un telefono può sembrare frustrante, perché si potrebbe “inciampare” in errori, in bug od in brick. Quando si riesce nell’intento, ci si sente soddisfatti. Forse perché sentiamo di aver creato qualcosa, forse perché siamo riusciti a fare qualcosa che la maggior parte degli utilizzatori medi di smartphone non sa fare. È difficile spiegare perché, ma entrare in questo mondo è veramente molto soddisfacente e sopratutto interessante, poiché si imparano cose nuove e ciò che assimili potrebbe portarti a interessarti ad altri mondi, relativi alla programmazione e all’informatica.

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: