Narcos 3, quando la successione è tutto.

Il primo settembre torna la serie TV originale Netflix che dopo la morte del “Patron” ripercorre la storia del più grande e potente cartello della storia della Colombia, il “Cartello di Cali”

Dopo nemmeno un mese dall’uscita del teaser che annunciava l’uscita della terza stagione il primo settembre arriva il primo trailer ufficiale, che ci fa vedere che dopo la Morte di Escobar c’e` subito stato qualcuno pronto ad occupare il suo posto, sia in Colombia che nel Mondo.

il nuovo trailer, con la voce narrante dell’Agente della DEA Javier Peña (Pedro Pascal) ci spiega che mentre Pablo era vivo e comandava il Cartello di Medellín il Cartello di Cali,  prendeva (restando nell’ombra) il sopravvento.

I nuovi episodi si concentreranno sul Cartello di Cali e verrà seguita la storia di un nuovo signore della droga, anzi più di uno, Ben 4 padrini della droga colombiani saranno i protagonisti di questa nuova storia: Gilberto Rodriguez Orejuela (Damian Alcazar) il Re del Cartello di Cali , Miguel Rodriguez Orejuela (Francisco Denis) fratello di Gilberto e Mente dell’organizzazione criminale, Pacho Herrera (Alberto Ammann) killer dal basso profilo e gestore dei rapporti con i messicani e con il traffico internazionale e Chepe Santacruz Londono (Pepe Rapazote) a capo della sezione Newyorkese del Cartello. Il modo di operare di Cali sarà molto diverso, a differenza di Pablo, i nuovi padrini manterranno un profilo basso e corromperanno governo e polizia e terranno le azioni violente lontane dalle cronache. Nella terza stagione, si seguiranno le vicende del Cartello e in particolar modo di Gilberto, che metterà in atto un piano per allontanarsi dagli affari, mentre l’agente della DEA Javier Peña si avvarrà di rinforzi colombiani e americani per stanare il cartello.

Nella serie inoltre ci saranno molti nuovi arrivi, oltre ai quattro padrini tra gli altri nuovi personaggi: Jorge Salcedo (Matias Varela), capo della sicurezza del Cartello Cali, che cerca di mantenere al sicuro sua moglie e i suoi figli prima dei suoi boss; gli agenti della DEA Chris Feistl (Michael Stahl-David) e Daniel Van Ness (Matt Whelan), che si uniscono all’operazione con tanto entusiasmo quanta inesperienza;Franklin Jurado (Miguel Angel Silvestre), l’addetto al riciclaggio di denaro del Cartello Cali, che inconsapevolmente mette sua moglie Christina (Kerry Bishe) in pericolo mortale; David Rodriguez (Arturo Castro)  il figlio più grande di Miguel, riluttante all’inizio ad ottenere un ruolo importante nella struttura del cartello.

Oltre all’uscita di scena di Pablo Escobar (Wagner Moura), ripercorrendo la linea reale degli eventi ha abbandonato la serie anche l’agente della DEA Steve Murphy (interpretato da Boyd Holbrook). Holbrook ha dovuto abbandonare la serie perché nella vita reale la DEA chiuse la missione dopo la morte di Pablo per non avere un nuovo bagno di sangue nella caccia ai boss di Cali.

Dunque non ci resta che aspettare settembre e sperare che la nuova trama e i nuovi personaggi  riescano a sostituire Pablo il Cartello di Medellin e Murphy, protagonisti principali delle prime due stagioni.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: