Cassini: Il gran finale

Era il 15 Ottobre 1997, quando la sonda Cassini, con il piccolo lander Huygens , parti`da Cape Canaveral a bordo di un Titan IV, iniziando una delle più grandi avventure della storia dell’astronautica, e dell’uomo.

 

Il lungo viaggio per Saturno durerà 7 anni, fino a quando, il 1 Luglio 2004 il controllo missione di Cape Canaveral riceve il segnale di conferma dell’inserzione Orbitale intorno a Saturno.

Per arrivare fino a Saturno, la sonda e`dovuta passare vicino a Venere due volte, poi di nuovo tra la Luna e la Terra, per concludere con l’ultimo Flyby intorno a Giove.

Io transita sul disco di Giove durante il Flyby del 2000

 

Durante la sua permanenza, la sonda ha compiuto più di 200 orbite, e terminerà la sua missione con l’orbita 293.

Durante la vigilia di natale del 2004, il lander europeo Huygens si stacca dal corpo di Cassini, preparandosi a quello che sarà il primo ed unico atterraggio su un’altro satellite del Sistema solare, oltre alla Luna.

Il Lander europeo Huygens

 

Il Lander Comincerà ad rientrare nella folta Atmosfera di Titano il 14 Gennaio 2005 dove Scatterà le prime ed uniche foto dalla Superfice di Titano.

Saturno e Titano (sx)

 

La sonda atterrerà utilizzando un solo paracadute due ore e mezza circa dopo il rientro in atmosfera, regalandoci le uniche foto dalla superficie della luna gigante.

 

A Cassini dobbiamo molte importantissime Scoperte, come la possibilità di vita su Encelado, la piccolissima luna di Saturno, con un gigantesco oceano sotto la sua crosta ghiacciata.

Geyser su encelado, rilevazioni durante un passaggio dentro di essi hanno trovato acqua ed altri elementi che rendono possibile la vita

 

Encelado e titano sono il motivo per il quale la sonda deve essere distrutta, rientrando dentro l’atmosfera di Saturno, nella sua ultime impressionanti orbite, durante la quale attraverserà per la prima volta lo spazio tra Saturno ed i suoi anelli.

 

Una Storia Lunga 20 Anni, durante i quali la nostra comprensione dello Spazio e di Saturno sono cambiati in modo radicale, grazie a quel grande Pezzo di acciaio intorno ad un’enorme palla di Gas distante 1,5 Miliardi di chilometri.

Saturno eclissa il Sole e la fotocamera di Cassini immortala una delle più belle foto di sempre, mostrando Saturno, i suoi anelli esterni, e perfino gli enormi anelli esterni.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: